Menu per l'accesibilità

 Via L. Brigiotti, 12 - 64100 Teramo (TE)

RADIOPROTEZIONE: NUOVE LINEE GUIDA 2020 (D.LGS 101/202)

Valutazione e feedback: Giudizio positivo positiva Valutazione sufficiente sufficiente Opinione negativa negativa
05 November 2020

RADIOPROTEZIONE: NUOVE LINEE GUIDA 2020 (D.LGS 101/202)

 

Relatore e Responsabile Scientifico: 

Dr.ssa FIDALMA GUALDAMBRINI 

Specializzata in fisica sanitaria 

Esperto qualificato grado II e III 

Esperto responsabile fisico risonanza magnetica (Direttore U.O. di Fisica Sanitaria ASL Pescara in pensione)

Responsabile Scientifico Medico Chirurgo/Odontoiatra

Dott.ssa Albina LATINI

INFO E ISCRIZIONI: Segretria OMCeO TERAMO 0861-242316 email: info@omceoteramo.it 

 

Id evento: 309102 – Tre edizioni con max. 100 partecipanti – 

-         MODALITA’ VIDEOCONFERENZA - 

 

Parte Generale

28/11/2020 ED. 1 

12/12/2020 ED. 2 

19/12/2020 ED. 3 

Orario 9,30-13,30 (4 ore ogni sessione)

16/01/2021 sessione riservata agli odontoiatri 

Orario 9 – 11 (2 ore)

23/01/2021 sessione riservata ai MMG e PLS

Orario 9 – 11 (2 ore)

30/01/2021 sessione riservata ai medici specialisti operanti in regime di attività radiodiagnostica complementare all’esercizio clinico

Orario 9-11 (2 ore)

RAZIONALE

Corso di aggiornamento per medici di medicina generale, pediatri di famiglia, odontoiatri, specialisti che usano le apparecchiature radiogene come attività complementare al proprio esercizio clinico. 

Il corso verte sulla radioprotezione del paziente, dell’operatore e della popolazione nell’espletamento delle cure da parte del personale medico con l’impiego delle apparecchiature radiogene con riferimenti tecnici-normativi sul recepimento con il D.lgs. 101/2020 del 31/07/2020, nonché cenni sulle nuove conoscenze e tecnologie 

Poiché la nuova normativa individua come figure professionali coinvolte nella radioprotezione anche i medici di medicina generale e i pediatri di famiglia, anche per loro è prevista la formazione nella materia di radioprotezione nell’ambito del programma di educazione continua in medicina (ECM). 

D.lgs. 101/2020 art. 162: 

2. I professionisti sanitari che operano in ambiti direttamente connessi con all'esposizione medica e, limitatamente alle tematiche connesse ai criteri di giustificazione e appropriatezza, i medici di medicina generale e i pediatri di famiglia, devono seguire corsi di formazione in materia di radioprotezione del paziente nell'ambito della formazione continua di cui all'articolo 16-bis del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502, e successive modifiche.

3. La formazione continua di cui al comma 2 si colloca nell'ambito del programma di educazione continua in medicina (ECM) di cui all'Accordo 2 febbraio 2017 tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano sul documento «La formazione continua nel settore salute» ai sensi dell'articolo 4 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 274 del 23 novembre 2017.

4. I crediti specifici in materia di radioprotezione devono rappresentare almeno il 10 per cento dei crediti complessivi previsti nel triennio per i medici specialisti, i medici di medicina generale, i pediatri di famiglia, i tecnici sanitari di radiologia medica, gli infermieri e gli infermieri pediatrici, e almeno il 15 per cento dei crediti complessivi previsti nel triennio per gli specialisti in fisica medica e per i medici specialisti e gli odontoiatri che svolgono attività complementare.

Il corso si articola in lezioni in video conferenza suddivise in due sessioni temporali: la prima di 4 ore, suddivisa in 4 moduli con argomenti generali di radioprotezione, la seconda sessione, in tempi differiti, di due ore destinata a tre specialità: 

1) Medici specialisti con l’uso della radiodiagnostica complementare all’esercizio clinico, (medici chirurghi specialisti di camera operatoria) 

2) Medici di medicina generale e pediatri di famiglia 

3) Medici odontoiatri 

Alla fine del corso la segreteria organizzativa invierà tramite PEC a tutti i partecipanti, il test finale di verifica dell’apprendimento -  questionario a risposte multiple (una sola corretta), il discente dovrà rinviare entro e non oltre il giorno successivo 

Programma generale - 4 ore –


Modulo 1 
Richiami di fisica delle radiazioni ionizzanti 
Fisica delle radiazioni ionizzanti/effetti biologici/grandezze dosimetriche 
Modulo 2 
Basi di radioprotezione 
Tipologia delle irradiazioni, rischio correlato, fattori tecnici influenzanti la dose 

Modulo 3 
Normativa di radioprotezione del paziente, degli operatori e della popolazione 
D.Lgs. 101/2020: individuazione e responsabilità delle figure professionali coinvolte; 

Principi di giustificazione, ottimizzazione e appropriatezza, definizione delle procedure 

giustificazione pratiche speciali, informazione al paziente, trascrizione della dose sul referto, documentazione di radioprotezione 
Modulo 4 
Apparecchiature di Radiologia, sviluppi tecnologici 
Controlli di qualità: impianti e tecniche di radiologia nella formazione dell’immagine. 

Sviluppi tecnologici dalla radiologia tradizionale a quella digitale 

Ogni modulo sarà illustrato dalla relatrice con slides per la durata di circa 60 minuti, seguiranno domande e delucidazioni ulteriori a richiesta, mediante email, cui si risponderà in differita per non prolungare il tempo a disposizione per la formazione.

Programma per categorie - 2 ore –

Sessione II per medici di medicina generale e pediatri di famiglia -  23/01/2021

Il corso, della durata di due ore, verterà principalmente sull’appropriatezza e i rischi connessi sulle indagini di radiodiagnostica più comunemente richieste per il paziente pediatrico e per il paziente in cura dal medico di famiglia. Il corso ha valore puramente formativo e conoscitivo, senza avere la pretesa di uno standard legale.

Rischio radiologico e biologico specifico 

Conoscenza della dose erogata, danno biologico con riferimento specifico alle più frequenti indagine radiologiche richieste dai medicini di medicina generale e dai pediatri di famiglia 

Principio di appropriatezza prescrittiva 

Riferimento al Decreto Lorenzin, D.Lgs. 101/2020 per l’appropriatezza delle prescrizioni radiologiche, linee guida per la radiologia pediatrica 

Sessione II per medici odontoiatri – 16/01/2021

Il corso, della durata di due ore, mira a fornire al medico odontoiatra le conoscenze per assolvere il proprio compito di radioprotezione sia come prescrivente sia come specialista responsabile delle apparecchiature radiologiche e sia come esercente, con tutte le incombenze che ne conseguono.

Valutazione del rischio in funzione delle apparecchiature 

Conoscenza delle tecnologie radiologiche usate in campo odontoiatrico, tecniche di formazione dell’immagine e valutazione del rischio 

Procedure e responsabilità del dentista 

Definizione delle procedure e nuova concezione delle responsabilità del medico odontoiatra introdotte dal D.Lgs. 101/2020 

Sessione II per medici specialisti operanti in regime di attività radiodiagnostica complementare all’esercizio clinico 

(ortopedici, chirurghi, neurochirurghi, emodinamisti, cardiologi etc..) – 30/01/2020

Il corso si articola in due ore di video conferenza, con l’obiettivo di fornire agli specialisti medici le attuali conoscenze tecnologiche per la radioprotezione del paziente, degli operatori e della popolazione.

Valutazione del rischio in funzione delle apparecchiature presenti in camera operatoria e delle tecniche di acquisizione dell’immagine 

Conoscenza delle tecnologie radiologiche usate in campo operatorio, tecniche di formazione dell’immagine e valutazione del rischio, sia radiologico, compresa la tecnica dei linfonodi sentinella, sia elettromagnetico (elettrobisturi, laser, etc.) 

Sistemi di riduzione della dose 

Ruolo svolto dai dispositivi tecnologici di protezione più recenti per la radioprotezione dell’operatore e del paziente 

INFORMAZIONI SULLA PIATTAFORMA USATA PER LA VIDEOCONFERENZA

La video conferenza verrà realizzata attraverso il sistema Google Meet una piattaforma di videochiamate estremamente semplice da usare e dotata di caratteristiche avanzate che lo rendono ideale per qualsiasi necessita in termini di video call. Il software è all’interno della G Suite di Google, l’insieme dei servizi che Google mette a disposizione. Il vantaggio di usare Google Meet è la sua integrazione con l’ecosistema di servizi Google e di standard web che la rende immediata e accessibile a tutti i componenti del proprio gruppo di lavoro. Inoltre non vi è necessità di installare alcun software su desktop in quanto tutte le videochiamate possono essere eseguite direttamente tramite browser Web.

Solo su smartphone è necessario usare un’App per fruire del servizio. Inoltre, chi non dispone del servizio di video chiamata, può seguire attraverso un semplice telefono la videoconferenza collegandosi ad un numero telefonico dedicato. 

Come anticipato la piattaforma è compatibile con i maggiori sistemi operativi presenti nel mercato come Apple mac OS, Microsoft Windows, Chrome OS, Ubuntu e altre distribuzioni Linux basate su Debian. Sono supportati tutti i principali browser, quali: Chrome, Mozilla Firefox, Microsoft Edge e Apple Safari. 

Infine sono necessari una connessione Internet a banda larga e una webcam incorporata o una videocamera USB esterna. 

Da dispositivi mobile si può utilizzare Google Meet scaricando l’app presente sia per iPhone e iPad, sia, ovviamente, per Android. 

Per maggiori informazioni è possibile collegarsi alla piattaforma

https://apps.google.com/intl/it/meet/